1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Fondazione Bevilacqua La Masa

Contenuto della pagina

Tomorrow Now

Pratiche artistiche contemporanee nella cultura digitale

 
 
 

Programma da aprile a giugno 2006

Il 2005 è stato l'anno in cui la Fondazione Bevilacqua La Masa ha rivolto una particolare attenzione all'approfondimento del tema dell'arte digitale, un interesse sfociato nella realizzazione di una serie di conferenze dal titolo Tomorrow Now - Pratiche artistiche contemporanee nella cultura digitale. Il progetto, che ha visto partecipazioni illustri come gli interventi di Derrick De Kerchkove, Lev Manovich, Vuk Cosic, è nato dalla volontà di esplorare le modalità attraverso cui la cultura del digitale stia influenzando le trasformazioni del presente e come l'arte contemporanea si confronti con tale processo. Uno degli obiettivi primari del progetto è stato quello di creare una sorta di "casa del digitale", un luogo in grado di ospitare in modo continuativo le pratiche artistiche contemporanee del digitale, per alimentare il dibattito in corso, oltre che per promuovere i giovani artisti che operano in questo campo.

Il progetto del 2005 che ha coinvolto nell'ideazione Maria Grazia Mattei si è sviluppato quindi su due livelli. Uno rivolto all'approfondimento del tema attraverso incontri e conferenze con studiosi e personalità di riconosciuto livello internazionale, in cui sono stati presentati progetti ed iniziative coinvolgendo anche un pubblico colto e di professionisti. L'altro basato su una serie di appuntamenti più frequenti rivolti alle realtà esistenti in ambito regionale e nazionale per promuovere la creatività del territorio in questo settore. Grazie al progetto, sono stati realizzati una serie di obiettivi: la nascita di una sezione web specifica sul progetto con materiale consultabile in rete, un'implementazione dell'archivio della fondazione, una documentazione sugli incontri svolti, un premio per l'arte digitale inserito nel bando dell'89ma Collettiva e una mailing list specifica per la cultura artistica digitale.

Per il 2006 la Fondazione Bevilacqua La Masa intende proseguire con l'iniziativa, approfondendo ulteriormente i temi toccati nel primo ciclo di conferenze. Il programma coordinato da Stefano Coletto intende coinvolgere giovani artisti, giovani curatori e studiosi che stanno investigando le potenzialità artistiche dei nuovi media. Il progetto di quest'anno prevede una serie di iniziative ed eventi, oltre le conferenze e gli incontri della scorsa edizione, mirati a fornire una prospettiva completa delle varie forme attraverso cui affrontare il tema del digitale: performances, mostre, tavole rotonde con gli artisti. Gli incontri si terranno a cadenza settimanale fra Maggio e Giugno e fra Settembre e Dicembre, tutti i martedì intorno alle 18.00 presso la sede di Palazzetto Tito della Fondazione Bevilacqua La Masa.


PROGRAMMA MAGGIO - GIUGNO

9 maggio ore 18.00
Incontro con Prof. Ernesto Luciano Francalanci, docente di Storia dell'Arte Contemporanea per il Corso di Disegno Industriale, Istituto Universitario di Architettura di Venezia.
INFINITO
www.selfproject.it

16 Maggio ore 18.00
Sergio Curtacci, Simone Sbarbati, Giancarlo Umiliacchi
EDITORIA DIGITALE PER L'ARTE CONTEMPORANEA

Sergio Curtacci, editore da un anno della rivista d'arte ontemporanea dedicata ad artisti emergenti di ogni eta' Frattura Scomposta - www.curtacci.net/frattura/index.htm e della rivista supplemento dedicata alla fotografia emergente -Photoigienico
Simone Sbarbati, editore di FreshCut rivista in formato pdf dedicata all'arte emergente italiana sotto i 21 anni www.freshcut.it
Giancarlo Umiliacchi, esperto di fanzine, webzine e riviste undergrounnd, ricercatore. Sta realizzando attraverso il suo blog (http://fanzineitaliane.blog.excite.it/archive/day/20050801
un archivio di tutte le riviste elettroniche italiane presenti in rete. Editore della rivista in formato pdf Puzz Magazine, dedicata al fumetto e ai fumettisti emergenti italiani

23 maggio 2006 ore 18.00
Incontro con gli artisti Elisa Fabris e Igor Imoff
VIDEO - RACCONTO ANALOGICO/VIDEO - RACCONTO DIGITALE

30 maggio ore 18.00
MATERIALI ANALOGICI / MATERIALI DIGITALI
Incontro con gli artisti Daniel Hirschmann e Ries Straver
www.fabrica.it/person.php?id=daniel.hirschmann
www.riessstraver.com

07 giugno ore 18.00
Incontro con Luca Barbeni, direttore di medialuonge.it, giornalista di Teknemedia e webartista
WEBCINEMA: L'IMMAGINE IN MOVIMENTO IN RETE
www.medialounge.it

20 giugno ore 18.00
Incontro con gli artisti Kensuke Koike e Palo Pennuti
VIDEO E SPAZIO DIGITALE
www.kensukekoike.com
www.shoggoth.it

29 giugno
PROGRAMMA
ore 18.00 presso Palazzetto Tito, Dorsoduro 2826
Incontro con Tiziana Migliore, docente di Storia della Comunicazione Visiva presso la Facoltà di Design e Arti dello IUAV e con il gruppo TODO
LE IMMAGINI DEL SUONO. PROPOSTE DI ANALISI
Ore 21.00 presso il Chiostro SS Cosma e Damiano alla Giudecca 620
BBMN - but blood makes noise.
Livemedia set a cura di Todo, Ether con lo scrittore Luca Ragagnin
ore 23.00 presso il CZ95 alla Giudecca, fermata Zattere
Evento conclusivo djset Demis Darol e Mario Tomè visual Davide Zucco


TODO, interaction & media design.
TODO è un gruppo creativo che si concentra sul territorio ibrido al confine tra interattività, intrattenimento e comunicazione. Uno spazio aperto di ricerca e sperimentazione per progettare un presente di dialogo tra persone, design e tecnologie
www.todo.to.it

Luca Ragagnin è autore, tra l'altro, di un ricettario musicale, di una storia della televisione in versi, di un viaggio sbilenco nel mondo del web e di alcuni testi di canzoni.
www.lucaragagnin.it

Il sound degli ETHER tende la mano al minimalismo elettronico e all'hiphop strumentale, senza però sottrarsi ad una forte componente melodica. Il loro primo album, "Intimo Personelles", da poco pubblicato per l'etichetta napoletana MousikeLab, segue di un anno l'uscita dell'EP di esordio "Quasi Quasar" (PersistenceBit Records).
www.ether.it

Tiziana Migliore, studiosa di semiotica, docente di Storia della Comunicazione Visiva presso la Facoltà di Design e Arti dello IUAV. Coordina il progetto Letture semiotiche curato da Paolo Fabbri e Patrizia Magli presso la Facoltà di Design e Arti dello IUAV di Venezia, Dipartimento delle Arti e del Design Industriale