1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Fondazione Bevilacqua La Masa

Contenuto della pagina

Nudisegni.
47 giovani artisti riflettono sul tema del disegno

Palazzetto Tito
04.04.09> 03.05.09

 
 
 

a cura di Annalisa Tornabene
Riportare l'attenzione sul valore fondamentale del disegno, disciplina e strumento indispensabile del fare arte, anche e soprattutto nel contesto dell'arte contemporanea. E' questo l'obiettivo della mostra che la Fondazione Bevilacqua La Masa ha deciso di portare all'interno dello "Spazio elastico", il contenitore ideale che l'Istituzione dedica alla giovane sperimentazione. Sarà una mostra in "punta di matita", che collegherà gli studenti e i giovani artisti dell' Accademia di Belle Arti di Venezia con gli studenti della Facoltà di Design e Arti e della Facoltà di Architettura dell'Università IUAV di Venezia, che studiano, lavorano e operano nel territorio veneziano.

Il progetto, a cura di Annalisa Tornabene, che avrà la sua realizzazione nella sede BLM di Palazzetto Tito, è partito da un'idea maturata alcuni mesi fa con l'intento di riproporre l'attenzione sul disegno come segno essenziale e come espressione primaria del processo ideativo e germinativo dell'opera che unisce le varie discipline dell'arte visiva: dalla pittura alla scultura, dalla scenografia all'architettura.
E' su queste linee guida che nasce il progetto "Nudisegni".
L'esposizione prevede una selezione delle più rilevanti opere grafiche realizzate dagli iscritti ai corsi tenuti da Annalisa Tornabene (ABBA di Venezia), da Marcela Cernadas (Facoltà di Design e Arti, Università IUAV di Venezia) e da Fiorenzo Bertan (Facoltà di Architettura , Università IUAV di Venezia).
Per l'occasione verrà pubblicato un catalogo con un testo di Saverio Simi de Burgis, dove verranno riprodotte alcune opere dei giovani artisti partecipanti alla rassegna, accompagnate da una nota introduttiva dei docenti di riferimento esplicative sul valore e il senso oggi ancora prioritario di tale ricerca. Quasi per sottolineare l'affinità implicita tra la parola e il segno, pur appartenendo a codici linguistici basati su criteri espressivi differenti, in catalogo verranno riportate anche alcune riflessioni degli stessi autori maturate nella realizzazione dei loro disegni che, nel contesto attuale, soprattutto da un punto di vista minimalista, assumono piena rilevanza di opere d'arte in sé autonome.


Artisti in mostra
Studenti dell'Accademia di Belle Arti di Venezia:
Guglielmo Alfarone, Clara Balzan, Alice Biondin, Ivana Bukovac, Stefano Bullo, Giulia Filippi, Costanza Gianquinto, Elena Grimaz, Miguel Hernandez, Alberto La Tassa, Stefano Luciano, Nereo Marulli, Arturo Melero, Mattia Serra, Mattia Vignotto, Paolo Zamolo
Studenti della Facoltà di Arti e Design, Università IUAV di Venezia: Silvia Ciaroni, Marta Collini, Fabio De Meo, Andrea De Stefani, Stefano Forestan, Alessia Fornelli, Marta Maldini, Giulia Mazzon, Federica Menin, Paola Pasquaretta, Daniele Raccanelli, Martin Romeo, Michele Servadio, Marcello Spada, Edoardo Tronchin.
Studenti della Facoltà di Architettura, Università IUAV di Venezia: Moreno Lotto, Marta Matteazzi, Andrea Pagotto, Eva Pianezzola, Andrea Pozzatello, Matteo Tasca, Laura Tassile, Alessandra Trinca, Andrea Vianello, Laura Vicini, Irene Barp, Massimo Caputo, Elena De Benetti, Ignazio Lambertini, Valentina Soriato, Diego Ersetig, Fabrizio Viezzer

 
 
 

Alberto La Tassa
Collezione 100% arabica
Opere del 2008-2009